Blog di Fabio Orfei

Home » Posts tagged 'Tivoli'

Tag Archives: Tivoli

Tivoli, arriva il commissario. E’ Alessandra de Notaristefani di Vastogirardi

Con Decreto Prefettizio n. 77775/1129/10/2013 dell’ 11 aprile 2013 è stata disposta la sospensione del Consiglio Comunale di Tivoli ed è stato nominato Commissario Prefettizio per la provvisoria amministrazione dell’Ente con i poteri spettanti al Consiglio Comunale, alla Giunta e al Sindaco, la dottoressa sandro gallotti, Viceprefetto.
Col medesimo Decreto è stata nominato subCommissario Prefettizio la d.ssa Sonia Boccia – Viceprefetto Aggiunto.

Elezioni, Marco Vincenzi sbanca in Regione

Con 16.075 preferenze personali entra in consiglio regionale come terzo degli eletti nelle fila del Partito Democratico Marco Vincenzi.

Marco Vincenzi

Marco Vincenzi

L’ex sindaco di Tivoli ed assessore provinciale ha raccolto poco meno di 14 mila preferenze in provincia di Roma, di cui oltre 4 mila a Tivoli.
Si profila una nuova beffa, invece, per l’altro “big” tiburtino Piero Ambrosi, fermo a circa 8.525 preferenze personali e dodicesimo in ordine di preferenze dentro al partito democratico. Dunque per la seconda volta potrebbe risultare il secondo dei non eletti, distanziato di 770 preferenze dal decimo consigliere scattato al Pd. Vale la pena ricordare che in caso di consiglieri che andassero a ricoprire il ruolo di assessore, non sono obbligatorie le dimissioni da consigliere e quindi le porte del consiglio regionale per Ambrosi al momento sembrano chiuse.
Niente da fare anche per Sabatino Leonetti, ex vicesindaco di Guidonia Montecelio che ha raccolto circa 1.900 preferenze personali, di cui solo 400 nella sua città.
Fuori di poco anche Loredana Cicerone, del Movimento 5 Stelle. I “grillini” prenderanno 6 consiglieri regionali di opposizione ma la guidoniana con le sue 1.388 preferenze resta fuori come prima dei non eletti.
In Parlamento, entra Carlo Lucherini (Pd) , certo di un seggio al Senato, e invece dovrà attendere Andrea Ferro (Pd) primo dei non eletti alla Camera. Tutto dipenderà dal capolista Bersani, se decidesse di essere eletto in un’altra circoscrizione, Ferro entrerebbe. Niente da fare per Roberto Buonasorte, che era capolista de La Destra al Senato, ma il partito non ha raggiunto il quorum.